Archivi tag: cvm

Dalla rivista “Le Scienze” un sostegno alla tesi da noi proposta in “Cesare Maltoni, cancerologo”

Cari tutte e tutti che ci leggete,

non crediamo sia troppo usuale che uno spettacolo teatrale proponga una tesi storica (fondata magari su ricerche attente, ma non certo sottoposta preventivamente al giudizio della comunità scientifica) che viene poi avvallata da chi storico lo è per davvero !

E’ quello che è accaduto a noi con “Come il gatto con gli stivali – Cesare Maltoni, cancerologo” e abbiamo ritenuto giusto segnalarlo ai voi che ci leggete e ai docenti che ci hanno accolti nei loro Istituti per ascoltare la storia del Prof. Cesare Maltoni e del suo impegno nella prevenzione primaria per combattere il cancro.

Nel testo dello spettacolo, scritto nel 2014 e che da qualche mese si può leggere anche in edizione cartacea nel volume omonimo curato da Beppe Ramina per le edizioni Pendragon di Bologna, Le Signorine indicavano nell’esperimento di Maltoni sul CVM, avviato nel 1971 a Bentivoglio di Bologna, l’attuazione del primo modello in vivo al mondo che per le sue caratteristiche di standardizzazione e di rigore metteva finalmente in grado gli scienziati di provare su topi e ratti l’eventuale cancerogenicità degli agenti chimici.  Permettendo la previsione sull’uomo e aprendo un settore, quello dei biosaggi, fondamentale per tutta la ricerca medica a seguire.

Le Signorine avevano fondati motivi per non ritenere la loro idea azzardata, stanti le fonti orali e scritte cui avevamo attinto per il testo, ma ora è un articolo scientifico, “La prova del rischio”, uscito sul numero di gennaio 2017 della prestigiosa rivista “Le Scienze” a confermare, con la voce di Mauro Capocci e Giulia Frezza, storici della medicina che lavorano per l’Università ‘La Sapienza’ di Roma,  che l’eccezionalità di Maltoni nella storia della medicina del ‘900 sta proprio nel punto da noi sottolineato. Dandoci così un sostegno che ha l’autorevolezza dei professionisti e aumentando la credibilità del testo di “Come il gatto con gli stivali” e della ricerca documentale che lo ha prodotto.

E’ una cosa che ci rende fieri e vi invitiamo a leggere l’articolo sulla rivista, così come a regalare o regalarvi il libro che contiene la drammaturgia e tante belle fotografie per ricostruire un pezzo di storia italiana.  Non solo della medicina.

Buona lettura

Le Signorine